MAGAZINE - Bimbiaroma.com

Vai ai contenuti

Caro futuro, il domani sarà dei bambini di oggi

Bimbiaroma.com
Pubblicato da Alessandra Milella in Famiglia · 20 Aprile 2021
Tags: FigliGenitori
La videolettera dedicata per il 2021 da Save the children, la più grande organizzazione internazionale per la difesa e promozione dei diritti dei bambini, parla a tutti i bambini vittime delle conseguenze socio-economiche del Covid 19, ricordandoci che “il domani sarà dei bambini di oggi”.

In Italia, Riscriviamo il futuro è la campagna a sostegno delle bambine, bambini ed adolescenti colpiti dalla crisi, avviata in vista delle riaperture dell’estate scorsa, la quale prevede una serie di iniziative della durata di 15 mesi, incentrate sulle necessità di garantire i diritti e di rispondere ad esigenze e bisogni dei minori nel periodo post Covid, con l’obiettivo di raggiungere 100 mila bambini e adolescenti sul territorio nazionale. Riscriviamo il futuro è un messaggio di speranza e resilienza, il quale appare ora più urgente che mai, stimando che la chiusura delle scuole per il Covid 19 ha lasciato 1,6 miliardi di bambini senza istruzione e molti di questi non sono più tornati a scuola.

Save the children però continua a lottare, come ha sempre fatto anche da inizio epidemia quando “Pur dovendo chiudere le sedi territoriali frequentate da migliaia di bambini, bambine, ragazzi e dalle loro famiglie, l’Organizzazione in collaborazione con le associazioni partner locali ha ricalibrato la sua programmazione per far in modo di raggiungere sin da subito, nelle modalità consentite, quanti più bambini e ragazzi, con un’attenzione particolare a quelli più vulnerabili”. Per questo afferma fiera Flaminia Cordani, Referente Regionale dei Programmi per il Centro Italia “Noi di Save the children non ci siamo mai fermati”, spiegandomi che proprio per la crisi Covid sono nati progetti come Volontari per l’educazione e Non da Soli.

Volontari per l’Educazione, coinvolgendo studenti universitari, docenti e volontari di Save the children, ha creato una rete che ha lavorato e lavora per sostenere nello studio e a distanza i bambini e gli adolescenti più vulnerabili segnalati dalle scuole, portando avanti una concreta ed enorme sfida educativa. Non da soli, lanciato considerando l’aumento delle famiglie in difficoltà dovuta alla pandemia, così come il numero di bambini ed adolescenti lasciati fuori dalla scuola per mancanza di strumentazione tecnologica ha contribuito “...dando una risposta organica all’emergenza sociale ed educativa, fornendo supporto educativo, tramite attività di sostegno alla didattica a distanza, consegna di tablet e connessioni alle famiglie meno abbienti, tutoraggio per le attività didattiche e supporto materiale a chi versava in condizioni di particolare difficoltà, distribuendo buoni spesa, fornendo prodotti per la prima infanzia, realizzando un accompagnamento di medio periodo per le famiglie...raggiungendo circa 75000 tra bambine, bambini, docenti e famiglie in tutta Italia”.

Progetti come Volontari per l’Educazione e Non da soli accompagnano una serie di interventi sul territorio nazionale portati avanti da Save the children con famiglie, scuole ed enti locali, i quali hanno ripreso ad operare dalla scorsa estate. Tra questi interventi i Punti Luce, presenti in tutta Italia ed in particolare a Roma a Torre Maura, Ponte di Nona ed Ostia, sorgono nei quartieri più svantaggiati, rivolgendosi a bambini e ragazzi tra i 6 ed i 14 anni. I Punti Luce sono spazi dove vengono organizzate diverse attività tra le quali laboratori artistici e musicali, promozione della lettura, accesso alle nuove tecnologie, gioco ed attività motorie, supporto allo studio, consulenze legali e psicologiche e supporto alla genitorialita’. Nei Punti Luce vengono inoltre offerte le doti educative “piani formativi personalizzati per bambini ed adolescenti che vivono in condizioni certificate di disagio economico, che prevedono tra gli altri, un contributo economico per l’acquisto di libri e kit scolastici, l’iscrizione ad un corso sportivo o musicale, la partecipazione ad un campo estivo o ad altre attività educative alle quali i minori si mostrano particolarmente inclini”.

Tra gli altri progetti Fuoriclasse in movimento porta avanti da più di tre anni in partnership con la cooperativa sociale E.D.I., in tutto il territorio nazionale, una serie di interventi finalizzati al “favorire il benessere scolastico a garanzia del diritto d’istruzione di qualità per tutti, contribuendo al rinnovamento di metodologie e strumenti con cui si affronta il fenomeno della dispersione scolastica in Italia”. Partecipano al progetto oltre 170 scuole.

Inoltre, per tutti noi genitori alle prese con problematiche e nuove tematiche connesse all’emergenza con i bambini, Save the children offre un ottimo servizio di ascolto, confronto e supporto, per affrontare questo complesso periodo e sostenere la genitorialita’ positiva. Accedendo al gruppo Facebook Supporto emotivo e psicologico per le famiglie - Save the children tramite il link www.facebook.com/groups/208266750454439 e’ possibile infatti interloquire con psicologi esperti, in grado di fornire un adeguato supporto psico-sociale sul tema.

E per chi volesse garantire ai bambini più vulnerabili in Italia e nel mondo un’alimentazione adeguata, assistenza sanitaria, istruzione e protezione tramite interventi di sviluppo di medio-lungo periodo ed anche nelle emergenze, è possibile attivare il sostegno regolare Io Save the children

Contattattando il numero verde 800 98 88 16 attivo tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00
Oppure contattando il Servizio Sostenitori 06.480.700.72 attivo tutti i giorni dalle 9 alle 19

Per coloro i quali vogliano invece sostenere un bambino a distanza, aiutando lui e tutti i piccoli che vivono nella sua comunità :
Contattando il numero verde 800 98 88 16 attivo tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00 oppure tramite il Servizio sostenitori 06.480.700.75 attivo tutti giorni dalle 9.00 alle 19.00

Inoltre, per chi volesse contribuire con una donazione singola, la quale arriverà ai progetti dell’Organizzazione in Italia e nel mondo:

Intere generazioni saranno a rischio ed i più colpiti dalla pandemia saranno i più giovani. Save the children lancia il suo appello più grande, in un momento in cui continuano a crescere le richieste da parte delle famiglie in grave difficoltà economica in Italia e nel mondo: “Il domani sarà dei bambini di oggi, prendiamoci cura del loro mondo”.

Alessandra Milella



Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0
Bimbiaroma.com
Portale di carattere informativo
senza fine di lucro
Torna ai contenuti